L'ISLAM ALLA CONQUISTA DEL MONDO

azioni terroristiche  2009

 

Attentati terroristici come strategia per ridurre in sottomissione i popoli aggrediti, che accettano i compromessi per evitare di subirne altri, senza rendersi conto che questo è l'asso vincente dell'islam, che usa la democrazia per affermarsi e la sharia per dominare.

 

pagina 10 

Lo urlano in ogni piazza del mondo occidentale, lo scrivono a chiare lettere, minacciano di distruggerci e chi ci governa fa finta di non avere visto e sentito nulla.

 

20 febbraio 2009 - Sri Lanka - attacco kamikaze con 2 aerei ad opera dei ribelli separatisti delle Tigri di liberazione. un aereo ha sganciato una bomba e si è schiantato sul palazzo presidenziale, 2 morti e vari feriti, l’altro è stato fermato perché colpito dalla contraerea.

 

22/2/2009 – Egitto - kamikaze nella zona del turismo

 

3 marzo 2009 - Pakistan - un attentato terroristico, sotto forma di commando è stato portato a termine da un gruppo armato costituito da almeno 12 persone,  contro la squadra di cricket dello Sri Lanka, mentre effettuava il trasferimento a bordo di un autobus per raggiungere Lahore per raggiungetr lo stadio Gaddafi e giocare contro la squadra pakistana.

I morti sono 16 fra cui 8 membri della squadra di cricket,  6 persone della sicurezza e 2 civili,

 

27 marzo 2009 -  Pakistan  - un attacco suicida ha preso di mira una moschea piena di fedeli accorsi per la consueta preghiera del venerdì, a Jamrud, cittadina pachistana  nella regione del Khyber, al confine con l’Afghanistan.

La zona presa di mira ha visto una concentrazione i attentati tutti nell'ultimo periodo, in quando è sttraversata dai convogli che trasportano rifornimenti per le forze USA della Napo impegnate in  Afghanistan. Le vittime sono 70 e 125 i feriti.

 

29 marzo  2009 - Mosca, Russia - due esplosioni si verificano nella stazioni di Lubianka, dove si trova la sede storica dei servizi di sicurezza, l'Fsb (l'ex Kgb), e di Park Kulturi: il bilancio e' di una quarantina morti ed una trentina di feriti.

 

12 maggio 2009 - Khost, Afghanistan - Un attacco taleban contro edifici governativi di Khost ha provocato almeno 13 vittime.

 

13 maggio 2009 - Khost, Afghanistan - 7 civili sono morti ed altri 21 sono rimasti feriti, mentre stavano facendo la coda per entrare nella base; in un nuovo attentato suicida messo a segno  a Khost, nell'est dell'Afghanistan, e rivendicato da terroristi talebani. Lo rendono noto fonti dell'esercito americano, spiegando che l'attentato è stato realizzato da un attentatore suicida dentro una macchina caricaa di esplosivo .

 

26 maggio 2009 - Lahore, Pakistan - Un'autobomba è stata usata per attaccare la principale stazione di polizia di Lahore.  L'esplosivo usato ha fatto molti danni, facendo crollare anche edifici circostanti, e distrutto le automobili percheggiate nelle vicinanze. L'attentato è stato fatto risalire ai talebani ed ha prodotto 30 morti e oltre 150 feriti.

 

28 maggio 2009 -  Beluchistan,, Iran -  Un attentato terroristico alla moschea di Zahedan, inella provincia sud orientale del Sistan Beluchistan  riesce a fare una ventina 25 morti e 125 feriti

La provincia del Sistan Beluchistan confina con il Pakistan. Il Beluchistan è animato da forti spinte irredentiste anche nella parte di territorio che fa parte del Pakistan.

 

5 giugno 2009 - Pakistan - E' di almeno 40 morti il bilancio delle vittime causate dall'esplosione di una bomba kamikaze  in una moschea nel nordovest del Pakistan, secondo quanto riferisce un alto funzionario del distretto di Upper Dir, Atif-ur-Rehman, dove si è verificato l'attentato, che però non è stato in grado di fornire i dati sulla quantità dei feriti. 

 

10 giugno 2009 - Peshawar, Pakistan - un attentato è stato portato a compimento al Pearl Continental hotel nelle vicinanze della zona dei talebani. L'attacco è avvenuto tramite una sparatoria contro le forze di sdicurezza all'ingresso delol'hotel, a cui ha fatto seguito un'esplosione di un furgone con 500 Kg. di esplosivo.  Nell'hotel alloggiavano funzionari dell'ONU.  18 sono le persone uccise e almeno 60 quelle ferite.

 

12 giugno 2009  Pakistan - Due esplosioni quasi simultanee in due zone diverse del paese sono avvenute in Pakistan e hanno colpito obiettivi religiosi nelle zone est e nord ovest del Paese. 

Il primo attentato è stato portato a termine contro la madrasa Jaamia Naeemia, importante università islamica nella città di Lahore, nella quale il rettore Sarfaraz Naeem, studioso anti-talebano favorevole all'offensiva nello Swat contro i talebani è rimasto ucciso durante l'attentato.

Il secondo attentato è avvenuto a Nowshera, nella provincia frontaliera di Nord Ovest in Pakistan, a un centinaio di chilometri da Islamabad.

In totale quattro persone sono morte e altre 90 sono rimaste ferite nell'esplosione di un'autobomba che si è andata a schiantare contro la moschea.

 

5 luglio 2009 - Cotabato, Filippine -  Una bomba è stata fatta esplodere davanti a una chiesa di

Cotabato, nelle Filippine meridionali. Lo ha reso noto la polizia filippina, ad opera di terroristi separatisti musulmani del Fronte Moro islamico di Liberazione (Milf).. L'ordigno è esploso mentre i fedeli uscivano dalla cattedrale dell'Immacolata Concezione dopo aver assistito alla messa. Le vittime4 sono 5 e circa 40 sono rimaste ferite.

 

8 ottobre 2009 - Afghanistan – attentato contro l’ambasciata indiana a Kabul, fa 12 morti e 80 feriti. Anche questo attentato si inserisce nel conflitto tra India e Pakistan si combatte anche in Afghanistan. Le carte di Limes.

 

9 ottobre 2009 – Peshawar, Pakistan - Una bomba è stata fatta esplodere nel Karachi Bazaar (parte dell’affollato mercato Kyber), non lontano dalla sede dell’Assemblea generale della provincia frontaliera di nord ovest, della quale Peshawar è capoluogo. L’esplosione di portata molto pesante ha distrutto anche auto e palazzi circostanti il bazar.
I  morti sono almeno 42, a cui si aggiungono oltre 100 feriti, almeno 15 dei quali in gravi condizioni. Tra le vittime, bambini, donne e anziani che si trovavano nel mercato.
Il presidente del Pakistan, Asif Ali Zardari, e il primo ministro, Syed Yusuf Raza Gilani, hanno duramente condannato l’attentato.
Qui la fotogallery

 

12 ottobre 2009  - Milano - Il libico Mohamed Game, ha tentato di farsi esplodere davanti alla caserma Santa Barbara di Milano.  L'rdigno però non ha dato i risultati sperati dal terrorista che è rimasto ferito ed ha lasciato ferito lievemente anche la guardia all'ingresso della caserma.

Le indagini hanno portato a scoprire che Game aveva almeno due complici, dei quali uno di nazionalità libica come l'attentatore e l'altro egiziano ed in una casa vicina sono stati rinvenuti almeno 100 Kg. di esplosivo.

 

12 ottobre 2009 - Pakistan - Altri due attentati :

- Nella valle dello Swat un'azione terroristica suicida è riuscita a fare 41 morti,

- mentre sabato scorso a Rawalpindi, un commando terrorista di una fazione del Punjab ha preso d'assalto il quartier generale dell'esercito pakistano. Il portavoce dei guerriglieri Azam Tariq ha dichiarato che l'azione è stata organizzata in risposta all'uccisione del leader talebano-pachistano Baitullah Mehsud da parte di un drone statunitense.

 

12.10.2009 - Shiraz, Iran -Una bomba è esplosa nella moschea di Shiraz, nel Sud dell'Iran, ha ucciso 9 persone e ne ha ferite almeno 105.  A riferirlo è l'agenzia iraniana Fars: in base a quanto riportato, l'esplosione è avvenuta mentre l'hojatoleslam Anjavi Nejad stava recitando il sermone settimanale contro le cosiddette «sette deviate» dell'Islam, fra le quali anche i Wahabiti, la confessione sunnita maggioritaria in Arabia Saudita.

 

15 ottobre 2009 - Pakistan - attacchi teroristici sono stati portati a temini in più parti del Paese:

  • 39 i morti tra cui alcuni bambini. A Khoat, nel nord-ovest del Pakistan,

  • un kamikaze si è fatto esplodere a bordo di un’autobomba nei pressi di un posto di blocco: undici le vittime, tra cui alcuni scolari e tre poliziotti,

  • A Lahore, nel nord-est, i terroristi hanno attaccato una scuola di polizia, un centro di addestramento delle forze speciali e gli uffici del controspionaggio; il bilancio è di 21 morti, tra cui 9 agenti e almeno quattro terroristi.

  • A Manawan un commando e’ entrato nell’accademia di polizia lanciando granate, mentre due assalitori facevano esplodere le cariche di dinamite che avevano addosso. Terroristi e agenti hanno ingaggiato un conflitto a fuoco durato un paio d’ore.

  • Un imprecisato numero di feriti e’ stato trasportato in un vicino ospedale, dove è ricoverato anche un terrorista.  Qui la fotogallery

 

25 ottobre 2009 - Baghdad Iraq - E' strage nel cuore di Baghdad:, a causa di due esplosioni innescate quasi certamente da altrettanti kamikaze, hanno provocato almeno 153 morti e oltre 600 feriti, secondo un nuovo bilancio fornito dai principali quattro ospedali della capitale irachena, al Karama,City medical, Yarmouk e Ibn Nafis.

 

27 ottobre 2009 - Peshawar, Pakistan - In un mercato di un popoloso e popolare quartiere di Peshawar, un'autobomba è stata fatta esplodere facendo 60 morti e un centinaio di feriti.

L'attentato terroristico è stato portato a compimento nel giorno in cui il segretario di Stato USA Hilary Clinton arrivava ad Islamabad per intrattenersi 3 giorni ed incontrare le autorità pakistane.

 

5 novembre 2009 - Stati Uniti - Nella caserma di Fort Hood, TX HOOD TX, lo psichiatra militare di fede islamica spara contro i suoi commilitoni disarmati urlando “Allahu akbar”, ne uccide 13 e ne ferisce altri 30 prima di essere a sua volta ucciso e fermato.

Il dottore islamico ha una storia di odio verso gli Stati Uniti, tanté che ha sempre sostenuto  che la Religione di Pace sarebbe insorta contro gli Stati Uniti. Tra le altre cose non accettava l'idea che avrebbe potuto essere trasferito in una zona di guerra (è quanto meno strano tale atteggiamento, in considerazione del fatto che si era arruolato come medico militare nelle forze statunitensi, il che dimostrerebbe che aveva già dei forti pregiudizi e tale scelta era motivata da personali posizioni ideologiche) Vi è da aggiungere che la sua preparazione medica, facendo parte dell'esercito, è avvenuta in forma gratuita per lui ma a spese dei contribuenti americani, anche se il suo rendimento scolastico è stato molto scarso.

Di lui si è anche saputo che ha fatto spesso pressione sugli altri per convertirli all'islam e che ha sempre ammirato il Jihad domestico, incluso il killer reclutatore dell'Arkansans.

I fatti dimostrano che la strage non è stata casuale, ne frutto di un impulso spontaneo, ma Hasan ha scelto con freddezza e determinazione: il momento, il posto e le vittime. Infatti, prima della strage ha distribuito dei corano e il suo vicino ha riferito alla FNC che Hasan, sulla sua porta aveva scritto in arabo “Allah” e che si identificava come palestinese

Va sottolineato il fatto che la sua scelta dentro la caserma dimostra anche che sapeva di morire, comportamento tipico dei kamikaze che aspirano al "martirio"  poiché il luogo scelto era fatto di persone capaci di usare le armi da fuoco.

La domanda è: perché gli è stato consentito di stare ancora nell'esercito?


23 novembre 2009 - Manila, Filippine – Uomini armati hanno attaccato una carovana di sostenitori politici e giornalisti per il loro modo di presentare i documenti elettorali. A bordo del convoglio c'erano 49 persone. All'inizio ne sono state ritrovate 21 assassinate a colpi di macete e di arma da fuoco, mentre 19 risultano ancora scomparse, ma poi sono state ritrovate anche le altre. Tutte le vittime sono state sepolte in due fosse comuni, preparate prima del sequestro che evidentemente era stato pianificato.

Questo attacco è risultato il peggior massacro di giornalisti delle Filippine, riguardo alla storia recente.

 

27 novembre 2009- Russia - Un attentato è stato portato a termine non lontano dalla localita' di Bologoie, 350 a nord di Mosca, fra le regioni di Tver e Novgorod, contro il treno Nievski Express numero 166 - la linea veloce che collega la capitale russa alla metropoli baltica in quattro ore e mezza, in servizio fra Mosca e San Pietroburgo,  nel quale sono morte 39 persone e un centinaio sono state ferite.

Sul treno viaggiava il capo della Federal Reserve russa di WSI-Interfax-Itar-Tass, omologo di Bernanke a Mosca, Boris Yevstratikov, che è risultato fra i morti.

 

3 dicembre 2009 Mogadiscio, Somalia - Un kamikaze in burqa si fa esplodere all’Hotel Shamu, durante una festa di laurea. Nell'attentato in cui sono morte almeno 57 persone e oltre 200 sono rimaste ferite, sono rimasti coinvolti e uccisi anche alcuni ministri e personalità molto importanti per il Paese: il ministro della Sanita', Qamar Aden, quello dell'Universita', Ibrahim Hassan Addow, quello dell'Istruzione, Mohamed Abdullahi Waayel,  Il responsabile del dicastero per la Gioventu' e lo sport, Olad Roble, invece, e' rimasto "gravemente" ferito. Tra le vittime vi sono anche due giornalisti della Tv 'al-Arabiya' e di radio 'Shabelle'.

 

3 dicembre 2009 - Damasco, Siria  - Un bus con a bordo molti pellegrini iraniani diretti alla meta di pellegrinaggio per la festa dell'Ashura è stato fatto esplodere a Saida Zainab, un quartiere appena fuori Damasco. 12 pellegrini sono morti e acune decine sono rimasti feriti.

 

4 dicembre 2009 -  Rawalpindi, Pakistan - Un commando costituito da circa 7 terroristi pesantemente armato ha attaccato oggi una moschea piena di fedeli in preghiera nella zona di Westridge a Rawalpindi, nel Pakistan orientale.  I terroristi sono entrati in azione subito dopo le preghiere della Jumma sulla spianata della moschea, che si trova vicino al Qasim Market e dista poche centinaia di metri dal quartier generale dell’Esercito. causando almeno 40 morti e 80 feriti. L'attacco è avvenuto tramite lancio di bome a mano e subito dopo con una fitta sparatoria contro i fedeli. Inoltre dentro la moschea alcuni attentatori hanno attivato le cariche esplosive che portavano addosso. Tra le vittime vi sono alcune donne e bambini e numerosi ufficiali e soldati dell’Esercito.

 

16 dicembre 2009 - Baghdad, Iraq - Si avvicina il Natale e i cristiani d'Iraq tornano nel mirino del terrorismo, riaprendo scenari da incubo per una comunità ormai rinchiusa dietro muri di protezione e che negli ultimi anni è stata decimata dalla violenza e spinta in diaspora lontano dalla sua terra.

Nel giorno in cui a Baghdad una nuova serie di attentati contro ministeri e sedi istituzionali ha ucciso 4 persone e ferito altre 15, a Mossul, nel nord, due autobomba hanno colpito altrettante chiese e una scuola cristiana, lasciando a terra senza vita un neonato e ferendo 32 civili.

(Questi attacchi sono gli ultimi di una lunga serie iniziata nel 2004 e ha registrato il suo drammatico apice, a Mossul e Baghdad, un anno fa con  12 morti in pochi giorni.

La lunga scia di sangue che sta causando l'estinzione di una delle più antiche comunità cristiane del Medio Oriente: oltre un milione alla fine degli anni '90, i cristiani delle varie chiese d'Iraq sono ridotti - secondo stime non ufficiali - ad appena 350.000.

Nella sola Mossul, nell'autunno 2008, ben 13.000 famiglie erano fuggite all'estero o si erano rifugiate in località più sicure, dove negli ultimi mesi si sono iniziati a erigere muri di protezione e recinti sorvegliati.)

 

26 dicembre 2009 - Detroit USA - Un nigeriano di 23 anni, Abdul Farouk Abdulmutallab, studente a Londra, mentre viaggiava sull'aereo della compagnia Delta-Northwest in volo da Amsterdam a Detroit ha cercato di far esplodere una carica poco prima dell'atterraggio.  Sull'aereo viaggiavano 278 passeggeri e 11 membri dell'equipaggio..

Per fortuna l'attentato non è riuscito, mentre il terrorista nigeriano, che è stato catturato, è rimasto ferito a causa delle ustioni provocate alle sue gambe dal Petn, (potente esplosivo che portava addosso, grazie a una siringa con la quale aveva iniettato appunto il Petn all'interno di alcuni suoi indumenti.

 

30 dicembre 2009 - Khost, Afghanistan - Il kamikaze che  si è fatto esplodere causando la morte di 7 agenti della Cia, e il ferimento di altri 21. Il kamikaze era un agente che faceva il triplo gioco ed era già noto per essere ritenuto un ero del Jihad, infatti Humam Khalil al-Balawi,  medico giordano, aveva avuto in passato legami con al-Qaeda al punto da essere finito in carcere, ma i Servizi Segreti statunitensi, avevano creduto al suo "ravvedimento"  e fosse dispostoad aiutare gli Usa nella lotta al terrorismo. invece  era solo una copertura per poter fare più vittime possibili.

 

Indice della sezione Torna a home