CELENTANO:  CHI?
Written on 22/02/12 at 14:04:59 GMT by Admin
Cronaca costume e attualità don Enrico Panzeri - parroco di Galbiate della parrocchia che frequenta anche la famiglia Celentano

Quel vecchio refuso avanzato da un passato remoto, certo Adriano Celentano, ha avuto ancora una volta la fortuna di essere chiamato a fare la sua comparsata ripagata con centinaia di migliaia di euro in barba alla miseria degli italiani, nientepopodimenoche al Festival più importante della canzone italiana e dato che la sua appartenenza sinistroide funziona da lasciapassare ad ogni sua malefatta, si permette di fare il bello e il brutto tempo, senza pagare dazio.

Questa volta però, avendo toccato un tasto che riguarda la fede e la spiritualità di molti italiani, il diavolo non ha saputo starne fuori, infatti non gli ha permesso di fare il solito coperchio che gli è sempre servito per coprire la sua pentola di fagioli maleodoranti e strabolliti, invecchiati almeno quanto lui.

Eccovi una intervista su video, rilasciata dal parroco della sua parrocchia di Galbiate, dove il signor Celentano non scuce nemmeno un solo centesimo per aiutare la parrochia a mantenersi in piedi, anche se in Parrocchia stanno cercando di rifare con le offerte dei parrocchiani, l'impianto voce che è vecchio e mal funzionante.

Certo che un cristiano che predica agli altri la carità ed è taccagno all'inverosimile dovrebbe soltanto vergognarsi ed avere il buon gusto di tacere, ma Celentano non possiede il filtro fra il suo unico neurone e la lingua, motivo per cui non riesce a soppesare le castronerie che gli scivolano dalla vocca a ruota libera,  come quando un fiume in piena rompe gli argini e scendendo a valle trascina con se fango e detriti che finiscono per danneggiare chiunque si trovi sul suo cammino.  

Eccovi il video pubblicato on line su Sorrisi e canzoni TV http://www.sorrisi.com/2012/02/20/adriano-celentano-e-la-sua-parrocchia-a-galbiate-%C2%ABnon-un-euro-dofferta%C2%BB

Dopo questo video mi permetto di dedicargli un vecchio commento scritto da un altrettanto "vecchio amico della rete" conosciuto con lo pseudonimo di Leocorno, ecolo adattato proprio sulla figura di Celentano:

“Sei vecchio!! Tra non molto ti metteranno a putrefarti tra le foglie dell’ippocastano, in maniera di essiccarti ben benino. Ovviamente per imbalsamarti non ci sarà bisogno di toglierti il cervello; quello non lo hai mai avuto, ma il fegato sì, di fatti ne sei provvisto, anzi, ce ne vuole parecchio per dire ciò che dici e poi dichiararlo al mondo"  

Adriana Bolchini - Lisistrata

N.D.R. leggi anche l'articolo su Libero che spiega bene come si sono svolti i fatti che dimostrano l'ipocrisia e la tirchiaggine di Celentano  http://www.liberoquotidiano.it/blog/248/Il-braccino-corto-di-Celentano.html

News and Comments Brought to you by: www.lisistrata.com
The comments are owned by the poster. We aren't responsible for its content.