80 milioni di euro per la pista ciclabile Torino-Venezia

Filed under: Ecologia |

L’idea del Politecnico di Milano, che illustrerà lo studio e lo metterà a disposizione delle istituzioni con presentazioni nelle città interessate, è quella di unire luoghi con un enorme potenziale turistico, storico e artistico come abbazie, cascine, caselli idraulici. Circa il 40% del percorso, circa 266 chilometri, saranno all’interno di aree protette. Il progetto non nasce dal nulla, il 15% del tracciato, quasi 100 chilometri, è già in parte pedalabile mentre per il resto si è pensato di dividere il lavoro in tre fasi di intervento.

La prima prevede semplici modifiche di argini e sentieri non utilizzati per recuperare 284 chilometri e costerà circa un milione di euro. La seconda renderà pedalabili 148 chilometro con interventi minimi di sicurezza su incroci o gradini al costo di 18 milioni di euro. E la terza sarà quella più dispendiosa che riguarderà i 145 chilometri del tutto non pedalabili per i quali si prevede una spesa di 61 milioni per la costruzione ex novo di ponti e la demolizione di barriere invadenti.

La più lunga pista ciclabile italiana e una delle principali a livello europeo costerà in tutto circa 80 milioni di euro pari allo 0,01% della spesa pubblica annuale e potrebbe essere condiviso da Stato, Regioni ed enti locali. Il progetto infatti rappresenterebbe un investimento non a fondo perduto se si considerano i benefici in termini economici e occupazionali che le aziende agricole, le strutture ricettive e le attività artigianali e commerciali ne ricaverebbero.

http://www.tgcom24.mediaset.it/magazine/articoli/1045758/torino-venezia-si-va-in-bicicletta-sulla-vento.shtml

Share This Post

DiggGoogleTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *