Prove di guerra nel Mediterraneo, Usa e Israele testano missili

Filed under: Guerre,Medioriente |

3 set. – Il test congiunto di un missile effettuato da Israele insieme agli Stati Uniti ha fatto risalire la tensione internazionale sulla Siria. Prima che il ministero della Difesa israeliano spiegasse che si era trattato di un’esercitazione, era stata la Russia a dare notizia che i suoi radar ad Armavir, nel sud del Paese avevano registrato il lancio di due “oggetti balistici” da una zona centrale del Mediterraneo verso le coste orientali, dove si trova la Siria, alle 8,16 ora italiana.

Il test arriva alla vigilia del vertice del G20 di giovedi’ e venerdi’ a San Pietroburgo, dove le diplomazie internazionali lavoreranno dietro le quinte per evitare l’intervento militare contro Damasco. A testimonianza di quanta apprensione vi sia per il possibile avvio di un attacco militare di Usa e Francia contro il regime siriano, dopo l’annuncio russo sono circolate ogni sorta di teorie, compresa quella che si fosse trattato di palloni-sonda meteorologici lanciati da una nave da guerra Usa.

Secondo il ministero della Difesa israeliano, il test sarebbe consistito nel lancio di un missile Ankor Kahol (lancia blu) dal Mediterraneo centrale. Gli Ankor sono vettori realizzati da Israele per imitare i missili Shahab iraniani nei test del sistema di difesa anti-missile Hetz, gia’ sperimentato nell’Oceano Pacifico. agi

Share This Post

DiggGoogleTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *