Leader nordcoreano Kim Jong-Un fa sbranare lo zio da 120 cani affamati

Filed under: Asia |

kim

3 genn – Emergono dettagli agghiaccianti sull’esecuzione avvenuta a dicembre scorso del potente zio del leader nordcoreano Kim Jong-Un. Secondo varie fonti di stampa, che citano un giornale di Hong Kong vicino al Partito comunista cinese, Jang Song-Thaek sarebbe stato gettato in una gabbia +e sbranato vivo da un branco di 120 cani affamati.

L’AMMISSIONE – Lo scorso 31 dicembre, per la prima volta il leader nordcoreano, Kim Jong-Un, ha parlato dell’esecuzione di Song-Thaek. «Lo scorso anno», ha affermato nel discorso di Capodanno alla nazione, «abbiamo intrapreso azioni risolutive per eliminare una fazione di feccia dal nostro partito e questa epurazione dagli elementi antirivoluzionari lo ha rafforzato». Kim non lo ha mai nominato ma era chiara l’allusione a Jang Song-Thaek, un tempo potente numero due del Partito comunista e del regime di Pyongyang.

Il leader nordcoreano ha anche lanciato un appello all’unità nazionale e ad eliminare «anche i più piccoli elementi e fenomeni» che possano minacciarla. Di qui l’impegno a reprimere «qualsiasi ideologia aliena e stile di vita decadente». L’esecuzione di Jang è stata pubblicizzata dal regime che lo ha definito un tossicodipendente e un don giovanni appartenente alla «feccia umana».

http://www.corriere.it/esteri/14_gennaio_03/corea-nord-zio-kim-sbranato-vivo-cani-2a3cd2da-7488-11e3-90f3-f58f41d83fbf.shtml

Share This Post

DiggGoogleTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *