Chef del vertice sul clima multato per reati ambientali

Filed under: Ecologia |

Ecologisti da strapazzo

marc-veyrat

Annecy – Da chef dei grandi al vertice sul clima a inquinatore: e’ l’insolito destino toccato a Marc Veyrat, condannato a pagare una multa di 100.000 euro per reati ambientali dal Tribunale Penale di Annecy, in Alta Savoia. Veyrat, plurimpremiato, era uno dei cinque super-chef francesi chiamati a cucinare per i leader alla conferenza sui cambiamenti climatici di Parigi. Veyrat, 65 anni, il vezzo di’indossare un cappellaccio nero a tesa larga al posto della classica ‘toque’ bianca, beniamino della Guida Michelin e di Gault-Millau che gli hanno tributato i rispettivi punteggi massimi (tre stelle e venti ventesimi, ognuno due volte) nel pranzo di gala offerto il 30 novembre preparo’ un curioso pasticcio ribattezzato ‘Mont-Blanc’ a base di caviale di trota, formaggio d’alpeggio, fiorellini ed erbette di pascolo con dentro anche tanta resina: tutti ingredienti rigorosamente biologici, si vanto’.

Ora invece e’ stato riconosciuto colpevole di aver disboscato qualche mese prima 7.000 metri quadrati di foresta protetta, e prosciugato oltre 10 ettari di zone umide, nei pressi della ‘Maison des Bois’, l’esclusivo ristorante con annesse camere extra-lusso che possiede a Manigod, sulle Alpi, e che apri’ nel 2013 dopo quattro anni di “crisi creativa”. (AGI)

Share This Post

DiggGoogleTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *