Islamizzazione e segregazione in Germania

Filed under: Europa |

Giovedi scorso, un nonno preoccupato ha espresso le sue preoccupazioni, per i crescenti episodi di molestie sessuali che le giovani ragazze devono subire durante il tragitto verso la scuola, da parte di profughi e migranti.
Lo ha fatto durante un incontro pubblico nella città tedesca di Bad Schlema. Sua nipote era stata vittima di molestie sessuali e lui si è fatto portavoce del timore crescente nella comunità, che con l’estate, quando le ragazze indosseranno vestiti più leggeri, la situazione potrebbe peggiorare.

 

La demenziale (e offensiva) risposta del sindaco ha fatto infuriare gli oltre 100 cittadini che erano presenti: “E’ semplice, le ragazzine non devono provocarli e non devono camminare in queste zone”.

La folla ha reagito furiosa, alcuni hanno deriso l’assurdità di non essere in grado di camminare fuori da scuola nella tua città, alcuni hanno chiesto che il sindaco si dimettesse immediatamente.
In seguito la situazione si è scaldato, e il sindaco ha minacciato di chiamare la polizia e liberare l’aula a causa di ‘incitamento all’odio’.
I politicanti europei sono ‘disabituati’ alla democrazia.

Alla fine, il sindaco ha insistito che è “tecnicamente non necessario camminare vicino ai centri per i rifugiati, ci sono percorsi alternativi per arrivare a scuola”.
Stanno già mutando le nostre abitudini, comprimendo le nostre libertà. Questa è già colonizzazione.

http://voxnews.info/2016/02/01/sindaco-risponde-cosi-a-nonno-bimba-molestata-da-profughi-si-copra-e-non-li-provochi-video/

Share This Post

DiggGoogleTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *