GIORNATA CONTRO L’OMOFOBIA? PERCHE’ INVECE NON UNA GIORNATA CONTRO L’IDEOLOGIA ISLAMICA?

Filed under: Cultura islamica,EDITORIALI,In evidenza |

L’articolo su giornata contro l’omofobia, l’ho reperito su SKYNEWS http://www.sky.it/eveningnews/2016/515/web/homepage.html?lightbox=1

l'omofobia nei paesi islamici e la sua "soluzione finale"

l’omofobia nei paesi islamici e la sua “soluzione finale”

razzismo di genere contro le donne in ogni luogo dell'islam

razzismo di genere contro le donne in ogni luogo dell’islam

trattamento dei bambini non islamici nel mondo islamico: rapiti e mandati a uccidere o morire alla guerra

trattamento dei bambini non islamici nel mondo islamico: rapiti e mandati a uccidere o morire alla guerra

In Italia le imbecillità sono talmente di casa che quasi nessuno si rende conto del ridicolo nel quale siamo caduti, con tutti i problemi che stiamo affrontando non soltanto nel mondo ma anche in casa nostra, con l’ideologa islamica che si nutre di odio violento, proprio come è scritto nel corano a nessuno viene in mente che forse bisognerebbe fare aleno una settimana contro l’ideologia islamica e magari giò che ci siamo tutti i signori che salgono al colle, che entrano in Parlamento o che si siedono sugli scranni dl governo siano obbligati a leggere una volta per tutte il corano, per rendersi conto che se c’è una ideologia razzista e omofoba, densa di odio ideologico di genere verso donne e bambini per esempio.

Ebbene, piantiamola di seguire ideologie stupide e inutili, in Italia l’omofobia praticamente è praticamente inesistente, mentre l’islam che vive di omofobia e di odio mortale verso tutto ciò che non è allineato con i dettami del profeta è una tragica realtà, tantè che bambini non islamici vengono rapiti islamizzati con la violenza e istruiti a diventare piccoli assassini, per conto dei loro padroni islamici. Le donne che già di per se vivono nell’islam una condizione di inferiorità perchè già il loro genere è disprezzato, peggio ancora se non sono islamiche vengono rapite, brutalizzate e torturate, islamizzate con la violenza, schiavizzate e vendute dopo l’uso che ne hanno fatto e semmai hanno avuto l’ardire di ribellarsi alle violenze allora vengono anche bruciate vive.

Senza contare chi viene ucciso soltanto per essere cristiano o di qualche altra religione non importa quale visto che l’islam prevede odio e morte per tutti i non islamici.

Signor Mattarella si è mai niformato sui cristiani che fuggono dai paesi dai quali fuggono anche gli islamici e che sui barconi vengono aggrediti, torturati e gettati a mare perchè cristiani e ai sopravvissuti nelle strutture di accolgienza il trattamento continua…. allora non sarebbe il caso di fermarsi un attimo e far procedere prima il cervello di ogni altro organo che non serve proprio a ragionare, semmai il contrario.

Non sa nulla delle donne violentate in Europa e ovviamente anche in Italia, solo perchè non sarebbero vestite all’islamica? E di quei bambini dai 3 ai 10 anni violentati da islamici anche in Italia, oltre che in tutta Europa, soltanto perchè i violentatori avevano un’urgenza sessuale da soddisfare, “a loro non è stato insegnato a tenersi il cazzo fra le gambe” e poi chissenefrega di salvare dei bimbi dalle sgrinfie dei violentatori… se sono islamici “i violentatori si intende” possiamo anche tollerarlo….

Quando arriveranno nei palazzi e continueranno i loro comprotamenti che ora si scatenano soprattutto contro di noi, che siamo il popolo, si ricordi che sarà troppo tardi per qualsiasi intervento e potrà soltanto dedicare le sue giornare alla memoria, dei martiri che nel frattempo saranno stati stuprati e masssacrati dagli sislamici.

Abbia un briciolo di coraggio, scriva finalmente un pezzo di storia che dia risalto alla politica italiana e faccia di lei un grande statista: dedichi almeno una settimana alle vittime dell’islam e della sua dottrina piena di odio e di sangue contro tutto il mondo non islamico, intanto lei può essere difeso da scorte di tutto rispetto, cosa che purtroppo noi non possiamo avere, anzi la polizia è distratta dal territorio, perchè usata impropriamente, la dove nemmeno dovrebbe essere impiegata.

Auguri signor presidente, cerchi almeno di scoprire se dentro di lei oltre al buon senso che chissà dove è finito, è rimasto qualche rimasuglio di coscienza e di dignità verso il principio dei diritti umani e soprattutto verso gli italiani abbandonati a se stessi e a un destino che sembra scritto dagli imbecilli e dai criminali di potere.

Adriana Bolchini – Lisistrata

Share This Post

DiggGoogleTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *