Conservare le vestigia delle civiltà? BALLE – Rispettare le biodiversità? DOPPIE BALLE – Salvare le specie in via di estinzione? TRIPLE BALLE

una discreta serie di animali protetti perché rari o in via d'estinzione

una discreta serie di animali protetti perché rari o in via d’estinzione

Sono anni che ormai ci riempiono di balle e noi come rispondiamo? Ci caschiamo e accettiamo ciò che ci raccontano. dall’UNESCO e dall’ONU sono anni che ci vengono chiesti soldi  per conservare le antiche vestigie delle civiltà ormai scomparse.

Che ne hanno fatto di quei soldi? Chi può dirlo visto che hanno lasciato che ne venissero distrutte moltissime, compreso l’assassinio di chi era preposto veramente a conservarle quelle vestigia (leggi l’articolo: KHALED ASSAAD – un vero eroe islamico dei nostri giorni e Distrutti 14mila anni di storia in 14 anni di scempio islamico  

E le biodiversità a cosa servono? A chi giovano? Chi ne trae profitto? Basta dare un’occhiata a questo sito che presenta una delle tante associazioni che

si dovrebbero, “secondo ciò che sostengono”, occupare delle biodiversità, ma guardate bene cosa intendono per biodiversità: FONDAZIONE SLOW FOOD PER LA BIODIVERSITA’ ONLUS ed anche in questo sito appare chiarissimo a cosa mirano quelli di questa associazione visto che chiedono soldi, ringraziano la UE per i soldi ricevuti e chiedono anche di associarsi ovviamente versando quote di partecipazione, anche altissime. Eppure basterebbe lasciare liberi gli agricoltori, gli allevatori e i pescatori, di continuare con i loro antichi e saggi metodi della cultura che le biodiversità continuerebbero ad esistere in quanto non ci sarebbe bisogno di salvarle, perchè ogni Paese avrebbe il diritto e il dovere di occuparsi della propria agricoltura, dei propri animali e della propria cultura, ma viste le leggi proibizionistiche emesse dalla UE poi diventa necessario salvare le biodiversità. Insomma siamo cornuti e mazziati. Però anche noi rappresentiamo una biodiversità, come esseri umani, ma sembra proprio che vogliano estinguerci.

Conservare e proteggere, nonchè salvare le speci in via di estinzione? PALLE, STRAPALLE, STRAPALLISSIME, ma quali specie vengono salvate? Praticamente tutte, dal trifoglio alla tigre bianca, fino alla tartaruga verde, tranne l’uomo occidentale, in particolare Italiani, Greci, Spagnoli, Portoghesi e alcuni che facevano parte della vecchia Unione Sovietica, ma quelli a differenza di noi reagiscono e cercano di non farsi sopraffare.

Si sa che nei paesi europei è molto decresciuto il tasso di natività e in compenso l’aspettativa di vita si gioca tra il 75 e il 90% un tasso mai raggiunto in precedenza, eppure sarebbe chiaro che se si muore meno, si nasce anche meno perchè resta il fatto che anche l’uomo è un animale e come tale risponde alle stesse leggi animali che governano la natura, quindi più la vita è tranquilla nel senso del benessere e della sicurezza, che meno si ha bisogno di creare nuova prole. Ce lo hanno ripetuto per anni e ci hanno parlato persino di immortalità, “rimasta fortunatamente soltanto un’utopia”,  ma dopo aver raggiunto l’eldorado promesso, dopo aver sconfitto tantissime malattie e raggiunto il tanto ambito della lunga esistenza in vita in condizioni decenti, ecco ribaltata completamente la situzione.

I nostri politici quasi a tutti i livelli e persino il papa ci raccontano che noi stiamo scomparendo, quindi dobbiamo farci da parte in silenzio, senza obiettare, perchè ci stanno rempiendo apposta di nuove speci umane che prolificano a tutt’andare, indipendentemente dal fatto che siano più o meno compatibili con noi e con la nostra cultura, così con noi scomparirà anche la nostra memoria genetica, quella culturale e soprattutto quella religiosa, visto che i prescelti per sostituirci sembrano quasi tutti far parte della popolazione islamica.

D’altra parte è evidente che loro ancora figlificano come conigli, visto che provengono da paesi nei quali l’aspettativa di vita si gioca tutta tra il 50 il 70% e i bambini molto piccoli ne hanno ancora meno, per moltissime ragioni che affliggono le loro terre, dalla miseria imposta da governi corrotti e ladri, dalle guerre intestine, dalle guerre di religione e etniche, dalla mancanza di cultura sulla profilassi e sulle cure mediche e persino dalla mancanza di attenzione verso evitare gravidanze eccessive e indesiderate che generano figli che magari non riescono nemmeno a sfamare. Eppure tutti gli immigrati di queste generazioni ambite dalla presidente della Camera e dal Papa, provenogno da Paesi che sono ricchissimi, ma amministrati da delinquenti che rubano tutto.

E allora cosa erano tutte quelle PALLE sulla protezione delle specie in via di estinzione a chi facevano comodo, a cosa servivano? Ma al WWF naturalmente il quale nel suo sito non si astiene certo da chiedere aiuto economico e l’ONU che regge i fili di tutte queste associazioni che rappresentano le sue emanazioni, specializzate nei vari settori che coprono tutto il vivente, non hanno mai pensato a salvaguardare l’uomo in via di estinzione, cioè noi, ma verso di noi l’interesse è ancora molto grande in quanto veniamo praticamente “obbligati attraverso la paura impostaci” da scienziati al soldo di queste associazioni che ci stanno facendo credere che la Terra è quella ad essere in pericolo di estinzione e dato che noi l’abitiamo siamo obbligati ad occuparci di lei, ovviamente esborsando denaro, ci piaccia o meno.

Cari amici e anche non amici, ma quando aprirete gli occhi? Quando vi accorgerete che il nuovo ordine mondiale sta quasi per completarsi e noi siano coloro destinati a soccombere? Quando avremo finalmente il piacere di sentire un nostro politico influente a schierarsi finalmente dalla parte del proprio popolo???? Quando????? Se le cose proseguono così: MAI !

Adriana Bolchini – Lisistrata

flora che dovrebbe essere protetta per le sue biodiversità

flora che dovrebbe essere protetta per le sue biodiversità

Share This Post

DiggGoogleTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *