Draghi: “Completare l’Unione europea”

Filed under: Europa |

 

draghi-apOggi in Europa “ci troviamo di fronte ad una scelta: lasciare le cose come stanno, oppure andare avanti”. Lo ha affermato il presidente della Bce, Mario Draghi, nel suo intervento in onore dello statista tedesco Theo Waigel, ad una cerimonia a Monaco.”E non si tratta una scelta a costo zero – ha avvertito -. Abbiamo visto quale sia il prezzo dell’inazione. Abbiamo visto come lascia l’economia vulnerabile all’instabilità. Abbiamo visto come la percezione di autorità impotenti, nello svolgere i loro compiti, crei frustrazione e repulsione tra la gente”.

“E abbiamo visto – ha proseguito, con quello che ha tutta l’aria di un riferimento indiretto al referendum del Regno Unito sulla Brexit – come tutto questo rischi di minare la fiducia e il sostegno nelle nostre istituzioni, perfino nella stesa Unione europea”.”Quindi per me ci sta una sola strada possibile. Ed è quella di completare la visione che Theo Waigel ci ha lasciato”. Ovvero che una unione tra culture, storie e tradizioni diverse, ma con interessi e necessità comuni si poteva costruire solo sulla fiducia reciproca, che va guadagnata e coltivata.

“Ma oggi i progressi devono essere compiuti in maniera diversa dal passato. I bisogni che condividiamo, e che congiuntamente possono essere soddisfatti meglio, vanno identificati e spiegati più chiaramente. Ci serviranno le qualità che hanno fatto di Waigel un leader: la sua visione sul lungo termine, piuttosto che sulle richieste immediate. Il coraggio nelle sue idee e la determinazione a perseguirle. E soprattutto la sua capacità a convincere e a creare consenso”. askanews

Share This Post

DiggGoogleTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *