Crimea: Mosca, fermati ‘sabotatori’ ucraini con ordigni

Filed under: Europa |

sabotatore-ucraino

Un gruppo del ministero della Difesa ucraino che preparava “atti di sabotaggio contro le infrastrutture militari e civili in Crimea” è stato fermato ieri “nella città di Sebastopoli” dai servizi segreti russi (Fsb): lo riporta lo stesso Fsb in un comunicato citato da Ria Novosti, sostenendo che agli ucraini sarebbero stati sequestrati “ordigni di grande potenza, armi e munizioni, mezzi speciali di comunicazione, schemi e mappe degli obiettivi delle possibili azioni di sabotaggio e altre prove materiali”.

I presunti “sabotatori” ucraini che l’Fsb sostiene di aver fermato in Crimea sono tre “agenti di ruolo” del servizio di intelligence del ministero della Difesa di Kiev e, “secondo i dati preliminari, stavano preparando atti di sabotaggio alle centrali elettriche, alle stazioni per la depurazione dell’acqua e anche alle strutture per il trasporto del gas in Crimea”: lo sostiene “una fonte ben informata”, citata dall’agenzia Interfax.

Il ministero della Difesa di Kiev nega che i servizi segreti russi (Fsb) abbiano fermato dei “sabotatori” ucraini in Crimea. ansa

Vladimir Serdyuk, il  sospettato, ha confermato di aver servito l’esercito ucraino nel 37° battaglione, ma nega di essere implicato in attività di spionaggio.

 

Share This Post

DiggGoogleTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *