Tajani, ok UE a più velocità ma nessuno sia lasciato indietro

Filed under: Europa |

Tajani

BRUXELLES – Quella di un’Ue a più velocità è una strada “percorribile se significa, nell’ambito dei trattati, avere alcuni Paesi che intendono impegnarsi per risolvere alcuni problemi, avere una difesa comune ad esempio”. Così il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani a margine di un evento all’Eurocamera. L’importante, afferma, è che l’intento non sia lasciare indietro gli altri procedere insieme per rafforzare l’Unione europea. Se questo è lo spirito mi pare una scelta che va nella giusta direzione: tutti i Paesi che non parteciperanno alla prima iniziativa lo potranno fare quando e come lo vorranno”.

Il 9 e 10 marzo Tajani parteciperà al suo primo summit dei capi di Stato e di governo, “un Consiglio europeo – spiega – che dovrà eleggere il prossimo presidente. Illustrerò la posizione del Parlamento europeo su alcune grandi questioni: la crescita economica, la necessità di avere una vera economia reale. Penso alla difesa, dobbiamo fare dei passi in direzione della difesa comune, e penso a iniziative per risolvere i temi della crisi economica, dell’immigrazione e del terrorismo, puntando molto sul continente africano”.

ANSA Europa

Share This Post

DiggGoogleTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *