ITALIANI: popolo di illusi che non sanno vedere oltre la sinistra

Filed under: EDITORIALI,Immigrazione,In evidenza,UE |

consiglio d’ùEuropa 23 giugno 2017 Macron e Merkel sull’immigrazione in Italia

Quando ha vinto le elezioni negli USA Obama, c’è stata una grande ovazione da parte della sinistra italiana, con popolino al seguto in quanto credevano quanto fosse forte e giusto Obama, poi non si sono nemmeno accorti che Obama ha spinto all’inverosimile affinchè l’Europa inglobasse fra le nazioni appartenenti alla UE la Turchia, che è la più lontana dai principi culturali, storici e sociali, che animano da sempre l’Europa, non bastasse questo non si sono nemmeno accorti che il muro con il Messico ha raggiunto la sua massima lunghezza proprio sotto l’amministrazione di Obama, gestito dalla signora Clinton, che lo aveva caldeggiato e che la guerra contro gli immigrati messicani ha raggiunto il suo culmine di espulsioni proprio sotto la sua amministrazione, ma poi non hanno nemmeno capito che il signor Obama ha foraggiato e sostenuto più guerre di tutti i presidenti USA che lo hanno preceduto.

Ora la stessa cosa è accaduta con l’elezione in Francia, di un apparente democratico di sinistra signor Macron, il quale seguendo la politica di destra denigrata come populista ha chiuso completamente, con doppia mandata, le sue frontiere eppure i giornali e le TV lo hanno messo in evidenza, ma la sinistra italiana ha preferito tacere voltando la faccia vergognosa che si ritrova dall’altra parte, come se nulla stesse accadendo e l’altro giorno in seduta alla UE il signor Macron ha detto chiaramente, sostenendo la politica di Angela Merkel (tanto per dimostrare l’asse franco-tedesca che comanda nella UE) che l’immigrazione di cui ci stiamo lamentando è solo colpa nostra che non sappiamo difendere le nostre frontiere, perchè l’Europa interviene solo sui rifugiati politici che fuggono dalle guerre, non da tutta quella massa di desperados che arriva da ogni parte del mondo per motivi che con la politica e le guerre non c’entrano nulla, se non per il fatto che ormai ha assunto il volto dell’invasione, quindi dobbiamo arrangiarci e imparare a distinguere la differenza fra i vari immigrati, prima di accoglierli oppure ce li teniamo e li manteniamo senza chiedere aiuto alla UE, perchè non ne riceveremo.

Ho iniziato a scrivere questo editoriale perchè ero arrabbiata con Macron, ma alla fine una parte di me sa che Macron ha ragione, perchè è la nostra politica di accoglienza che ha permesso questa invasione assolutamente ingovernabile sotto ogni aspetto soprattutto sotto l’aspetto sociale ed economico, e quindi “cagion del suo mal pianga se stesso” recita un antico proverbio a cui ha fatto riferimento anche da Dante Alighieri, perciò  Mattarella, non si deve limitare alla minaccia verbale di  chiudere i porti alle navi straniere che ci sbarcano migliaia di profughi sulle nostre spiagge, senza far seguire la minaccia dai fatti, ma i porti devono essere chiusi una volta per tutte anche ai barconi e alle nostre navi perchè è assurdo che andiamo a prelevarli direttamente sulle coste africane, visto che la cosa ormai sta costando un prezzo assolutamente troppo caro per il nostra Paese e per gli Italiani che lo hanno detto a chiare lettere che non ne possono più, e lo stanno ripetendo continuamente e non bastasse basta leggere i risultati delle ultime amministrative per comprenderlo.

Hanno ragione, tristemente lo dico, ma hanno ragione, Merkel e Macron, siamo noi che dobbiamo respingerli e smetterla con questa falsa politica buonista che non ha fatto altro che danneggiare il popolo italiano, se lo metta bene in testa anche la presidente della Camera signora Boldrini che invece li ritiene un arricchimento, ma che interessa solo chi è coinvolto nell’immigrazione di massa, come certe onlus o coop e quanti altri hanno fatto di questo lercio commercio umano un business vergognoso, sulla pelle degli immigrati e degli italiani che stanno morendo in silenzio fra suicidi per disperazione, fallimenti e disoccupazione e morti per fame, anche se i giornali non ne parlano perchè l’ordine di tacere è venuto dall’alto e chi lo viola non riceve i contributi statali che sono alquanto consistenti.

Noi non dobbiamo elemosinare, ma dobbiamo agire una volta per tutte se non vogliamo essere ancora considerati dei pulcinella o quacquaracqua, infatti ci trattano come zerbini perchè non abbiamo spina dorsale. Se non abbiamo un senso di dignità e di rispetto verso noi stessi, come possiamo pretendere che ci rispettino gli altri? Come non ricordare e non andare orgogliosi per il fatto che i greci e noi siamo stati la culla della civiltà Europea e mondiale? Come sputare sopra la cultura e l’arte che tutto il mondo ci invidia disprezzandola come se non avesse lasciato un’impronta nel mondo occidentale a cui tutti aspirano ? Lo dimostrano i milioni di immigrati clandestini che vengono qua e poi non rispettano il nostro Paese e noi glie lo lasciamo fare. Perché lasciare distruggere questo grandissimo e irripetibile patrimonio per l’umanità intera da cui è nata la cultura e la democrazia, quella vera e non la fittizia di cui si veste oggi la UE e  si fa vanto immeritato poiché è una dittatura incentrata solo sul potere economico? Non dobbiamo lasciare prevalere la barbarie, ma andare fieri della nostra storia e continuare a coltivarla perchè è solo invidiabile e non detestabile, come i politici venduti che odiano il loro Paese e gli italiani, vogliono farci credere.

Adriana Bolchini – Lisistrata

Share This Post

DiggGoogleTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *