Terrorismo, Coisp: urgono provvedimenti straordinari

Terrorismo, il Coisp dopo gli ultimi fatti di Barcellona: “A circostanze eccezionali si risponda con provvedimenti eccezionali. Servono investimenti sostanziali perché si recuperino potenzialità di intervento perse negli anni passati”

“I drammatici anni che stiamo vivendo in cui l’Europa, funestata da continue
incursioni terroristiche, è messa di fronte a una minaccia multiforme e
imprevedibile, ci impongono di immaginare risposte sinergiche e ampiamente
diffuse in un sistema che non si faccia mai cogliere alla sprovvista.
L’Occidente sta certamente affrontando circostanze che sono di volta in
volta imprevedibili e implacabili, e di fronte a fatti eccezionali bisogna
rispondere con provvedimenti eccezionali. E’ indispensabile immaginare
l’implementazione di un sistema di controllo del territorio alla luce della
recente direttiva del Ministro dell’Interno, Minniti, relativa anche alle
competenze specifiche di ogni forza di polizia, e per far questo bisogna
prevedere investimenti sostanziali per arruolamenti straordinari che ci
facciano recuperare le potenzialità di intervento perse negli anni passati”.

Lo afferma Domenico Pianese, Segretario Generale del Coisp, Sindacato
Indipendente di Polizia, dopo gli ultimi drammatici fatti terroristici che
hanno funestato Barcellona. L’ultima di un’oramai lunga lista di eventi
puntualmente rivendicati dai terroristi dell’Isis che da anni stanno
sconvolgendo l’Europa e, in generale, il mondo occidentale.
“Viviamo in un Paese – conclude Pianese – che sul fronte antiterrorismo ha
saputo fin qui incarnare un modello di efficienza, grazie alla
professionalità delle sue Forze di intelligence e alla lungimiranza di chi
si è occupato di questa delicatissima materia. Ma le buone idee non bastano,
né si possono ignorare gli allarmi che sono giunti tanto dal Ministro quanto
dal Capo della Polizia a proposito della necessità di rinvigorire e
ringiovanire la Polizia. Servono forze e risorse che, di fronte alla vita
dei propri cittadini, lo Stato non può e non deve negare”.

COMUNICATO STAMPA COISP

Share This Post

DiggGoogleTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *