Magdi Allam: Europa decadente, islam religione violenta

Filed under: Supremazismo |

Lo scrittore ospite della LEGA NORD, a Terni. “sbagliato legittimarlo come religione, FACCIO FATICA A CAPIRE COME IL PAPA POSSA FAVORIRE L’SLAMIZZAZIONE DEMOGRAFICA DELL’EUROPA”

Lo scrittore e giornalista Magdi Cristiano Allam è stato ospite , domenica scorsa, della Lega Nord in un incontro molto partecipato che si è svolto a Terni nella sala convegni dell’hotel Valentino e che vedeva al centro del dibattito i temi dell’immigrazione e del terrorismo. L’intervento di Allam e le risposte che ha dato alle numerose domande che gli sono state poste, sono stati molto apprezzati tanto che alla fine della serata c’è stata la fila per acquistare e per farsi autografare l’ultima sua fatica letteraria, “Maometto e il suo Allah”.

“Crediamo sia necessario approfondire tematiche importanti, mettere le persone a conoscenza del problema, presentare spunti di riflessione e, allo stesso tempo, offrire proposte e soluzioni – ha affermato Emanuele Fiorini, capogruppo Lega Nord alla regione Umbria – dobbiamo tornare alle nostre radici, alle nostre tradizioni, per riscoprire la nostra identità. Solo chi ha un’identità forte e ben definita può confrontarsi con altre culture ad armi pari, altrimenti siamo destinati a soccombere”.

“Soddisfatti della risposta della città, abbiamo dato a tutti un segnale di libertà e civiltà – ha detto Federico Cini, segretario Lega Nord Terni – Abbiamo iniziato un percorso condiviso con i cittadini, volto a mettere insieme una base di idee e proposte con le quali ci presenteremo alle prossime elezioni”.

“E’ necessario conoscere le motivazioni che sono alla base del terrorismo che nell’ultimo periodo minaccia l’Europa, per poterlo combattere ed affrontare senza paura sradicandolo alla radice. E in questo Magdi Allam è stato una preziosa testimonianza” ha detto Devid Maggiora , vicesegretario Lega Nord Terni.

http://www.terninrete.it/Notizie-di-Terni

Share This Post

DiggGoogleTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *