Terrorismo islamico in Egitto, oltre 300 morti nella moschea sufi

Filed under: Terrorismo |

 

Video schock girato all’interno della moschea Rawda, nel Sinai, dopo il terribile attacco che ha fatto almeno 305 morti. Nelle immagini la strage più sanguinosa mai avvenuto nella regione, in cui sono attive diverse milizie jihadiste. L’attacco aveva come obiettivo la moschea di Rawda, situata a una quarantina di chilometri a ovest del capoluogo del Sinai del Nord.

Sale a 305 morti e 128 feriti il bilancio delle vittime dell’attentato sferrato ieri, durante la preghiera di mezzogiorno, contro una moschea sufi del villaggio di al-Rawdah, nel governatorato del Sinai del Nord, nell’Egitto settentrionale. Lo rende noto l’agenzia di stampa Mena. Tra le vittime ci sono anche 27 bambini

Ora è scattata la caccia ai terroristi. L’ufficio della procura generale egiziana descrive i membri del commando come uomini tra i 25 e i 30 che sventolavano una bandiera del sedicente Stato Islamico (Is). Testimoni oculari hanno poi riferito che i militanti indossavano uniformi militari e guidavano auto 4×4. Fonti del ministero della Sanità hanno dichiarato che i miliziani hanno sparato anche contro le ambulanze giunte per assistere i feriti. Le Forze Armate egiziane, come confermato oggi da un portavoce dell’esercito Tamer Rifai, hanno ucciso alcuni uomini del commando che ha condotto l’assalto. ”Un certo numero di veicoli coinvolti nell’attacco terroristico letale sono stati distrutti e le persone che erano a bordo sono state uccise”, ha detto. Le truppe egiziane hanno inoltre attaccato un certo numero di ”siti terroristici” nell’area. ”Le forze dell’ordine, in collaborazione con l’aeronautica militare, stanno colpendo altri siti terroristici”, ha aggiunto il portavoce. AKI

Share This Post

DiggGoogleTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *