Rifiuti e diserbanti, sequestrata azienda agricola cinese

Filed under: Cronaca |

FIRENZE, 17 GEN – Sequestrata dai carabinieri forestali un’area agricola di sei ettari e mezzo nel comune di Campi Bisenzio (Firenze), sede di un’azienda specializzata nella produzione di ortaggi di origine cinese. Il decreto di sequestro preventivo è scattato dopo accertamenti che hanno fatto emergere varie irregolarità, tra cui una gestione illecita dei rifiuti speciali, anche pericolosi che venivano bruciati sul posto invece di essere smaltiti.

L’area risulta essere stata regolarmente affittata alla titolare dell’azienda agricola, una donna di nazionalità cinese. Le verifiche condotte lo scorso maggio hanno portato alla luce illeciti in materia di gestione di rifiuti speciali, e, tra l’altro, prodotti fitosanitari e diserbanti gestiti senza alcuna precauzione. I controlli sono scattati a seguito delle segnalazioni di alcuni cittadini, che lamentavano fumi maleodoranti provocate dai roghi dei rifiuti accesi negli stessi campi dove venivano coltivati gli ortaggi. (ANSA)

:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

(ANSA) – FIRENZE, 17 GEN – Scatoloni di scampi vivi tolti dal commercio per mancata tracciabilità della loro provenienza e pesce sequestrato per cattivo stato di conservazione. Così la squadra interforze, coordinata dalla polizia di Prato, ha sanzionato per oltre 2.500 euro una pescheria gestita da un cittadino cinese in via Pistoiese, nel cuore della Chinatown pratese. All’operazione, che si è svolta ieri pomeriggio, hanno partecipato anche polizia municipale, Asl e Alia, l’azienda municipalizzata che gestisce i rifiuti. Nel negozio lavoravano tre cinesi e un pakistano, tutti con regolare permesso di soggiorno.

Share This Post

DiggGoogleTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *