Islam, studente ucciso per blasfemia in Pakistan: una condanna a morte e 5 ergastoli

Filed under: Fondamentalismo |

ROMA, 7 FEB – Accusato a torto di blasfemia, lo studente pakistano Mashal Khan è stato ucciso ad aprile scorso da una folla di colleghi in un’università nel nord del Paese. Per il suo linciaggio una corte pakistana ha emesso ora una condanna a morte nei confronti di un altro studente, che sarà impiccato, cinque ergastoli e 25 altre condanne minori. Lo riporta la Bbc.

Il processo si è svolto a porte chiuse nel carcere di Haripur per ragioni di sicurezza. Quella della blasfemia è una questione particolarmente sensibile in Pakistan, al punto che diversi politici, compreso l’allora premier Nawaz Sharif, hanno evitato di commentare l’omicidio finché l’accusa di blasfemia nei confronti dello studente non è caduta. Per la morte del giovane c’erano state anche manifestazioni di protesta in piazza. (ANSA)

Share This Post

DiggGoogleTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *