UE, 14 Stati membri hanno deciso di espellere diplomatici russi

Filed under: Europa |

BRUXELLES, 26 MAR – “Come seguito” di quanto deciso al vertice Ue della settimana scorsa, in risposta all’attacco di Salisbury “oggi già 14 Stati membri hanno deciso di espellere diplomatici russi”. Così il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk, spiegando che “altre espulsioni non sono da escludere nei prossimi giorni e settimane”. ansa

Una raffica di nuove sanzioni prese a livello bilaterale da una nutrita pattuglia di Paesi Ue nei confronti di Mosca per rispondere alla sfida lanciata con il presunto e mai provato attentato al gas nervino contro l’ex spia russa avvenuto a Salisbury: e’ quanto ci si aspetta che accada in Europa. Soprattutto e’ quanto si aspetta il presidente statunitense Donald Trump, il quale ha detto di essere pronto ad adottare a sua volta provvedimenti contro la Russia, mostrando cosi’ il suo sostegno alla causa portata avanti da Londra, se gli alleati europei faranno altrettanto. E questo nonostante la linea diretta che il presidente Usa ha con il suo collega Vladimir Putin, al quale, a differenza di altri leader occidentali, ha fatto le sue piu’ sentite congratulazioni per la rielezione. ansa

L’Italia ha deciso l’espulsione di due funzionari dell’ambasciata russa a Roma in connessione con l’avvelenamento dell’ex spia russa Sergei Skripal nel Regno Unito. Lo ha annunciato la Farnesina.”A seguito delle conclusioni adottate dal Consiglio Europeo del 22 e 23 marzo scorso, in segno di solidarietà con il Regno Unito e in coordinamento con partner europei e alleati NATO, il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale ha notificato oggi la decisione di espellere dal territorio italiano entro una settimana due funzionari dell’Ambasciata della Federazione Russa a Roma accreditati in lista diplomatica”. Si legge nella nota della Farnesina. (askanews)

Share This Post

DiggGoogleTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *