Tel Aviv, rione popolare in rivolta contro i migranti

Filed under: Medioriente |

EPA/ABIR SULTAN

Centinaia di abitanti di un rione popolare di Tel Aviv – dove la presenza di migranti stranieri e’ molto marcata – hanno dato vita la scorsa notte ad una “manifestazione di collera” in cui hanno invocato la espulsione immediata dei circa 35 mila migranti eritrei e sudanesi che vivono in Israele. Hanno anche duramente criticato il governo per non aver saputo ancora risolvere la questione, malgrado le promesse pronunciate un anno fa dal premier Benyamin Netanyahu durante una visita in quelle strade.

“Da allora nulla e’ stato risolto, anzi la situazione e’ molto peggiorata” ha affermato l’organizzatrice della protesta, Sheffi Paz. Al termine della manifestazione i dimostranti hanno stracciato e bruciato una bandiera dell’Eritrea e hanno dato fuoco all’immagine del ministro degli interni Arie Deri (del partito religioso Shas) “reo” di mostrarsi disponibile ad una intesa fra Israele e l’Onu per una eventuale ricollocazione in Occidente, che però allungherebbe i tempi della permanenza in Israele.ansa

Share This Post

DiggGoogleTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *