Milano: coppia di rom rapina una disabile.

Filed under: Milano e Lombardia |

Adriana Bolchini con problemi di deambulazione, alla guida del suo Pride

L’altro giorno mentre stavo percorrendo un pezzo di strada che divide la via dove abito dall’Ospedale Monzino del quartiere Ponte Lambro, alla guida del mio ausilio per disabili Pride, sono stata affiancata da un’auto scura di grossa cilindrata, probabilmente una BMW, che mi ha stretta contro il cordolo del marciapiede e con la portiera laterale dx dietro, mi impediva qualsiasi movimento, mentre una zingara scendeva e fingendo di chiedermi delle informazioni mi afferrava il braccio sinistro e con forza mi toglieva gli anelli d’oro che portavo sulla mano sinistra, poi risaliva sul suo mezzo e il guidatore sgommando partiva di corsa.

 Non immaginavano certo che io avessi con me una penna, ma da brava giornalista porto sempre penna e cellulare per eventuali fotografie, solo che per le foto non c’era tempo, ma la targa riuscivo a prenderla, quindi mi recavo in un commissariato di polizia e denunciavo la rapina con aggressione e fornivo loro i dati di riferimento dell’auto che appariva straniera, così come straniera era la zingara che mi aveva fisicamente aggredito, probabilmente dell’Europa dell’est.

Ho scritto al sindaco Giuliano Pisapia, tanto per sua informazione, per fargli sapere prima di tutto fino a che punto giunge l’aberrazione in cui riescono a prodigarsi i suoi prediletti da aggredire e rapinare una persona con disabilità fisica e per fargli sapere -qual’ora non se ne fosse accorto- che grazie alla sua politica elettorale, da quando la Moratti ha lasciato il posto a lui, la popolazione di zingari si è raddoppiata, rendendo Milano una città più insicura, più sporca e meno vivibile, sperando di riuscire, almeno questa volta a venire rimborsata per il danno subito.

Domani mi recherò al commissariato, che nel frattempo mi ha comunicato di aver trovato il corrispettivo dell’automobile indicata e potrò così fare un riconoscimento in base alle fotografie che mi mostreranno.

Come sempre la polizia indaga e arriva a trovare ciò che deve, ma la magistratura ha ormai perso la mia fiducia, quindi penso che se anche i due rapinatori zingari fossero incriminati, nessun giudice li metterà in prigione, ma potranno certamente andare liberi di continuare a derubare i poveri italiani.

Come è comodo definirci razzisti quando sono proprio certi stranieri a dimostrarci una totale mancanza di rispetto.

Adriana Bolchini – Lisistrata

Share This Post

DiggGoogleTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS

 

7 Responses to Milano: coppia di rom rapina una disabile.

  1. Carissima Adriana, sono dispiaciuta per l ‘ episodio e mi vergogno di essere italiana. Le risorse di cui tutti i sinistroidi parlano sono nella maggioranza delinquenti seriali che sguazzano felici nel fango ( ometto un termine piu’ consono ) della nostra legislazione.
    Rileggendo Oriana Fallaci mi sono ricordata di una intervista ad un emiro che diceva che i popoli rozzi capiscono solo una legge: quella della violenza ! Parole sagge…….
    Un abbraccio Sara

    Sara
    13/08/2012 at 22:19
    Rispondi

  2. Proprio così, siamo governati malissimo, ma forse ci meritiamo questi politici che hanno trasformato il nostro Paese nel cumulo di rifiuti umani parassiti che ci tocca mantenere, mentre noi (io come disabile posso testimoniarlo) riceviamo pensioni che hanno il valore di quelle del terzo mondo. Più di me prendono gli immigrati che hanno raggiunto i 65 anni e non hanno mai pagato un solo centesimo di tasse in Italia, ne versato un solo contributo all’INPS. Mi piacerebbe sapere se l’allungamento dell’età pensionabile riguarda anche gli stranieri, visto che a loro nemmeno la tassa sul permesso d’immigrazine è stata fatta pagare quando a noi hanno tolto soldi ovunque hanno potuto.

    Lisistrata
    13/08/2012 at 22:40
    Rispondi

    • Mi devo documentare meglio ma penso di aver capito che la “risorsa “andrà in pensione sempre e comunque a 65 anni mentre noi beoti andremo in prossimità del cimitero…. Tra le altre cose proprio per farsi del male , il presidente di una sempre indispensabile comunità nord africana chiedeva di anticipare la pensione a tutti quelli rimasti senza lavoro che intendono rientrare nelle loro amate terre islamiche…….. E certo prima ricostruiamo tutto , prepariamo gli alloggi popolari e dopo gli ri- accogliamo perché pretendono di mantenere gli stessi diritti!
      Mi mangio il fegato cara Adriana, e vorrei fare qualche cosa anche perché non passa giorno che leggo di crimini compiuti quasi esclusivamente dalle ” risorse” e nessuno nemmeno si indigna più ; si prega non capiti alle persone care e si va avanti, peraltro censurata nel mio caso quando esprimo il mio legittimo disappunto su qualche testata giornalistica nazionale.
      Cordialità. Sara

      Sara
      14/08/2012 at 11:03
      Rispondi

  3. Oltre che le pensioni ed altre garanzie sociali ci hanno tolto tutta una Patria ed una nazione. L’Italia non è più espressione degli italiani, come del resto qualsiasi altro stato d’Europa. A cadenza quasi quotidiana sento con le mie orecchie giovani madri che devono dare precedenza a stranieri negli asili nido, e altro certo ci sarebbe; dalla eguaglianza si è passati al privilegio per lo straniero.Dicono che in democrazia è il popolo a decidere le sue sorti e chi lo governa.Questo governo non è stato nemmeno scelto, ma con quelli prima, d’ogni colore, non mi sembra che in questo andasse diversamente.
    Adesso dico io, ma quando ci hanno chiesto se fossimo d’accordo con il rinunciare ad uno stato ed una nazione che sia una lecita e vera espressione del suo popolo?
    Quando ci hanno chiesto di ammazzare la nostra nazione?

    pierluigi rizzo
    14/08/2012 at 01:15
    Rispondi

  4. Adriana, anch’io sono disgustata da quest’Italia ridotta a porcile (e mi scuso con i maialini, perchè la loro casa è certamente più pulita). Anche a dicembre, sempre Adriana, è stata vittima di un furto. Due volte in pochi mesi è una buona media, ma più colpevoli degli stessi ladri sono coloro che ci lasciano in balia di questi criminali che ci derubano(quando va bene) e ci massacrano di botte (per i meno fortunati) in quanto si limitano a liquidare i colpevoli con una pacca sulla spalla. Non c’è nessuno che protegga e difenda gli italiani. I politici strapagati se ne fregano, tanto loro hanno la scorta. E se osiamo protestare cominciano con la solita litanìa…anche gli italiani sono ladri…e con le accuse di razzismo. In questo periodo estivo mi sembra di vedere meno immigrati in circolazione (a Salsomaggiore Terme) e a ma sembra di RESPIRARE MEGLIO e di sentirmi PIU’LIBERA.

    giuliana
    15/08/2012 at 14:55
    Rispondi

  5. Se vi sentisse il Pisapia”…
    Lui ci ha provato a metterci le fette di provolone sugli occhi pensando che fossimo così fessi da crederci!
    Ha dichiarato che i rom rubano per necessità , anche se vorrei sapere se per necessità gli svuotassero l’appartamento cosa direbbe!
    Voleva dar loro borse di studio per il conservatorio perchè, quando torturano senza pietà gli strumenti sul metrò, distruggendoci i timapani e la psiche mentre siamo reduci da 8-9 ore di VERO lavoro, secondo lui fanno arte.
    Io non capirò mai cosa ci guadagna questo sindacaccio incapace a prendere i soldi spremuti agli onesti cittadini per buttarli nel cesso!

    Stella
    23/08/2012 at 13:33
    Rispondi

  6. Mi scuso con tutti per non avere risposto, ma soltanto due giorni dopo ho avuto un problema e mi si è rotto il femore destro, per cui ho dovuto subire un’operazione con inserimento di un metallo di sostegno e una lunghissima riabilitazione che mi vede tornare in pista soltanto dopo oltre 8 mesi. Grazie, comunque per la vostra partecipazione.

    Lisistrata
    21/04/2013 at 16:38
    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>