L’Unione Europea multa l’Italia per l’uso del bidet

Filed under: Satira |

(AnsIa Press/27 ago 2013) – Strasburgo – Ennesima multa all’Italia per non aver applicato una direttiva europea. Questa volta l’Europa se la prende con l’abitudine, a suo dire “tutta italiana”, di utilizzare il bidet, strumento igienico ritenuto dalla maggioranza degli Stati Membri assolutamente inutile e colpevole di un eccessivo spreco di acqua e di spazio.

“L’Italia si adegui ed elimini tutti i bidet dai locali pubblici e dalle abitazioni private” – ha dichiarato perentorio il presidente della Commissione Europea, Barroso.

L’Italia dovrà pagare all’Europa oltre 50.000 euro di multa per non essersi adeguata alla direttiva.

E non mancano le reazioni politiche alla vicenda.

Per Matteo Renzi “l’abolizione del bidet potrebbe rappresentare un primo passo verso un’Europa che non si senta unita solo dalla moneta”.

Per la Lega invece non si pone il problema: “Per il popolo celtico non é mai stato un problema fare a meno del bidet e noi Padani ci laviamo nelle limpide acque del nostro Po” -  ha dichiarato Calderoli.

Share This Post

DiggGoogleTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS

 

33 Responses to L’Unione Europea multa l’Italia per l’uso del bidet

  1. io ho vissuto in spagna e attualmente vivo in inghilterra e trovare un bidet e’ un miracolo in questi paesi, non mi stupirebbe se la notizia fosse vera.
    adesso un’ inesattezza nell’articolo che “il bidet e’ uno spreco d’acqua” ma casomai sara’ il non possedere il bide che e’ uno spreco d’acqua. per gli amanti del culo pulito se non hanno il bidet, l’unico rimedio e’ farsi mezza doccia. non sapete che rottura di coglioni ogni volta.

    lionel
    14/09/2013 at 00:36
    Rispondi

    • Lionel, è satira, guarda la cetgoria.

      Lisistrata
      25/09/2013 at 22:07
      Rispondi

  2. Con tutte le problematiche e le reali disparità ke ci sono in Europa, la UE pensa di giustificare i propri stipendi emanando qste direttive inutili?! sono qste le cose ke ci aiuteranno a farci sentire più europei o forse un sistema politico, sanitario e scolastico simile sarebbe meglio?!!?

    barbara
    17/09/2013 at 16:42
    Rispondi

  3. certo che chi commenta prendendo per seria la notizia dovrebbe farsi curare

    brancaleone
    18/09/2013 at 09:07
    Rispondi

    • purtroppo devo concordare con te, volevo solo pubblicare una satira divertente, per sdrammatizzare un po’ ma ormai oltre al mare sono inquinati anche i cervelli.

      Lisistrata
      25/09/2013 at 22:06
      Rispondi

  4. Bello schifo… come si puo’ affermare che e’ uno spreco di acqua? allora ogni volta che lo dovresti utilizzare (perche’ ci sono molti casi in cui bisogna usarlo, per esempio lavarsi i piedi, lavarsi le parti intime,ecc..) ti dovresti fare una doccia, cosa che sprecherebbe molta piu’ acqua. Bisognerebbe spiegare anche il funzionamento di questo sanitario a queste persone ignoranti: il bidet non va riempito ad ogni utilizzo! Poi sinceramente ho riscontrato una igiene personale non impeccabile nella maggior parte delle altre nazioni Europee, questo proprio per il non utilizzo del bidet, che implica, tra la mancanza di tempo e la svogliatezza della persona, a non farsi la doccia.
    Ridicoli!

    Andrea
    18/09/2013 at 10:00
    Rispondi

  5. ahahaha..noi salentini abbiamo uno splendido mare!!!!

    jenny
    19/09/2013 at 18:57
    Rispondi

  6. Certo, certo, capisco perfettamente l’importanza dell’argomento: mette addirittura in secondo piano il fatto che l’Italia sta lentamente affondando. Nessuno in Europa, può prendere le redini di questo cavallo impazzito, o trovare quantomeno una soluzione per salvarlo, visto e considerati il dislivello di civiltà (certo, gli Europei non usano li bidet)?
    Speriamo che una Nazione venga multata da ora in poi per fatti veramente gravi e che venga lasciata ad ogni Europeo la libertà di sciacquarsi il sedere quando e come vuole! Grazie.

    Nunzio
    21/09/2013 at 14:17
    Rispondi

  7. È io come farò ? Il mio non ci arriva al lavandino .

    Paolo Fancello
    21/09/2013 at 17:14
    Rispondi

  8. Prima un commento a Calderoli e a tutta la lega….e poi alla UE che ci ha letteralmente per dirla alla padana rotto i maroni…

    Stefano
    21/09/2013 at 22:06
    Rispondi

  9. E secondo a casa mia a togliere il bidet o altro non entra nessuno!!!!

    Stefano
    21/09/2013 at 22:06
    Rispondi

  10. lisistrata……..
    prima di pubblicare le notizie dovreste verificarle……. ma sicuramente l’avrete fatto… infatti sono certo che l’avete fatto… e che questa notizia l’avete mandata ben sapendo che era una bufalata…

    ma mandare sul web notizie del genere vi fa sentire importanti?
    sapere che c’è tanta gente cretina e ignorante che vi segue, vi fa sentire potenti? a mio avviso andreste denunciati (e certamente domani provvederò a verificare se ci sono i termini!!)
    Comunque vada, rimane di fatto che siete uno schifo di pagina.

    Luciano Damiani
    21/09/2013 at 23:11
    Rispondi

    • Caro Luciano Damiani, sai su Lisistrata esiste una categoria nominata “SATIRA” e questo articolo è stato pubblicato proprio in questa categoria. Fra L’altro è indicato il sito che si chiama “ANSIA” esclusivamente di satira da cui è stato preso. Non mi sembra esistanop leggi che proibiscano la satira o tu vivi su un altro pianeta. Per questo credo sarebbe stato opportuno che tu avessi aperto il tuo piccolo cervello inquinato dalla cattiveria per capire che esistono anche momenti ludici, però, se non ci arrivi e non è colpa tua, ed io ti posso capire che sei limitato, ti consiglio di scrivere al ministro Kyenge di chiedergli l’indirizzo del padre in Congo e di andare a trovarlo portando con te una grande foto del bidet per farti farti fare uno dei suoi tanto famigerati riti woodoo in modo da scacciare gli spiriti maligni dalla tua vita, proprio come ha fatto con Calderoli che molti di altri qui hanno offeso senza capire che si trovavano in uno spazio di satira.
      E questo la dice alquanto lunga sulla cultura che gira nel nostro paese fra le teste coronate di quelli che sputano sempre odio senza usare la testa.
      In questi casi non basta il bidet bisognerebbe proibire ben altro.

      E per parafrasera la tua chiosa “Comunque vada, rimane di fatto che siete uno schifo di pagina.” Ma tu che sei ovviamente fra gli eletti, che ci fai in questo schifo? Gira al largo vedrai che ci guadagnamo entrambi.

      Lisistrata
      25/09/2013 at 22:04
      Rispondi

  11. Cari dell’Europa con tutto rispetto dalla mia abitazione privata non lo toglierò mai nemmeno se mi obbliga l’Europa non mi trovo, e si vede che voi non italiani non vi fate il bidet, hi hi hi hi!!!!

    Mary
    22/09/2013 at 01:30
    Rispondi

  12. Anche in Spagna anno il bidet ed io l’ho sempre ritenuto un segno di civiltà. può far risparmiare carta e nelle nuove abitazioni potrebbe essere unificato al Water se si rendessero accessibili il prezzo dei sanitari con getto d’acqua incorporato.

    sergio da pozzo
    22/09/2013 at 15:20
    Rispondi

    • Si ma… non lo usano!!! XD XD XD

      Giacomo
      25/09/2013 at 13:36
      Rispondi

  13. Hanno ragione, dovrebbero multarci anche perché ci laviamo…. Noi del italiani membri del quarto mondo dovremmo anche puzzare…. Che discorsi siamo straccioni e ignoranti non possiamo pensare all’igiene, prima tasse e vessazioni!

    Gio
    22/09/2013 at 16:22
    Rispondi

  14. I nostri cari concittadini europei sono semplicemente stati educati a stare sporchi, come peraltro si nota in molte loro abitudini di camminare scalzi su pavimenti luridi o nella pulizia delle loro abitazioni.
    Il bidet, questo purtroppo lo sa solo chi lo usa, serve a tenere pulite le parti intime, segno di civiltà che l’Europa intera dovrebbe condividere invece di rifiutare.

    mario
    22/09/2013 at 23:18
    Rispondi

  15. Si potrebbe usare il “bidet-doccia” come in uso in Tailandia.
    E’ molto pratico ed economico.

    Aldo
    23/09/2013 at 09:03
    Rispondi

  16. Che dire..merdosi XD

    Gian Claudio
    23/09/2013 at 16:12
    Rispondi

  17. isomma la vogliamo finire con questi buffoni de0 EUR e vogliamo uscire dall’unione che a quanto mi sembra che siano di una inciviltà e di una arroganza senza eguale!!!! secondo E U R dovremmo stare sottoposti a regole che non sono consone alle nostre. SPORCACCIONI eliminare il bidet perche si sciupa l’acqua E in questo modo quando vanno in bagno dopo una giornata di wc (grande o piccolo atto ) al mattino hanno le mutande BIANCHE, la sera sono MARRO’ BRUCIATE!!! SCHIFOSI!!!!!!!!!!!!!!

    tex
    23/09/2013 at 18:09
    Rispondi

  18. Ma per leggere i commenti imponete di metterne uno?

    Xavier
    23/09/2013 at 22:06
    Rispondi

    • ovvio, con i maleducati che ci sono, abbiamo il diritto di evitare le pubblicazioni “infestanti” sai la democrazia esiste in politica non in casa nostra e questo sito è una casa privata, aperta a chi vuole leggere, per chi vuole offendere o altro, invece, è chiusa.

      Lisistrata
      25/09/2013 at 21:45
      Rispondi

  19. Impariamo dall’europa a non lavarci il culo dopo aver fatto la cacca

    Frank
    23/09/2013 at 22:47
    Rispondi

  20. sti zozzi

    Daniela
    24/09/2013 at 13:01
    Rispondi

  21. Ma che stronzata, non ci credo manco morta che la commissione europea perda tempo per ribadire una stupidata simile! Mah ammettendo che la notizia sia vera, tanto per giocare pure io lolle, mi chiedo per quale motivo´l´Italia dovrebbe eliminare il bide´che proprio per il fatto che esiste solo in Italia, potrebbe essere considerato come parte del patrimonio culturale, inteso come “usi e costumi” propri di una nazione. Inoltre se una delle argomentazioni a sostegno della “satirica sentenza” per l´eliminazione del bide´e´il fatto che comporti un consumo aggiunto di acqua, noncche´un conseguente spreco, che io trovo infondata, quanta acqua si spreca per la produzione della carne, quando si potrebbe investire maggiormente nella produzione alimentare di vegetali? Poi tanto per essere breve, dato che voglio uscire un po´, una nota ai membri di sta commissione “anti- bide´”. Se eliminaste le piscine che ognuno di voi detiene nella vostra straumilissima dimora, il consumo di acqua gia´rientrerebbe nella norma,senza la necessita´di eliminare i bide´.

    Sandra
    24/09/2013 at 14:55
    Rispondi

  22. Sono disposta a fare una sottoscrizione pubblica per pagare questa multa.
    E’ tutta la vita che rabbrividisco all’idea che qualcuno possa fare a meno del bidet e,coloro, europei, è meglio che si adeguino ad un’abitudine civile, minimamente igienica, di cui sembra impossibile non ne sentano l’esigenza. Non aggiungo commenti…!!!!!!!

    ornella
    25/09/2013 at 00:12
    Rispondi

  23. Al signor presidente vorrei dire che il bidet è necessario per la pulizia intima molto importante per chi come me combatte con le morroidi quindi oserei dire di adeguarsi l’oro a mettere i bidet nelle altre nazioni. Ps. Ricordo che l’Italia risulta essere al primo posto per igene personale e nei luoghi di lavoro.

    giuseppe
    25/09/2013 at 10:24
    Rispondi

  24. giù le mani dai nostri bidet. Pensate a cose più serie e necessarie massa di inconcludenti stolti.

    daniela
    25/09/2013 at 15:14
    Rispondi

  25. Vabbe’ non ne facciamo un dramma.In fondo, ci sono, in giro,un sacco di lecca culo che potrebbero essere adoperati assumendoli con contratto a tempo infeterminato…risolveremmo con un colpo due problemi: la disoccupazione e l’igiene intima!

    Andrea
    26/09/2013 at 19:00
    Rispondi

    • fantastico Andrea, sottoscrivo appieno con te.

      Lisistrata
      27/09/2013 at 11:57
      Rispondi

  26. A prescindere dalla immensa bufalata circa la multa, ma mi chiedo come sia possibile non lavarsi dopo aver fatto la cacca, e sentire sporco. Ma possibile che in Inghilterra non utilizzino uno strumento così utile.

    Bressi Domenico
    28/09/2013 at 11:01
    Rispondi

    • domenico: è pubblicato in satira ed è presa da “ANSIA” per ridere un po’ possibile che i miei simpatici lettori non sappiano leggere le categorie?

      Lisistrata
      09/10/2013 at 02:45
      Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>