EVVIVA!!! brindo ma con mestizia

Filed under: EDITORIALI,In evidenza |

nuovogovernorenzi    Dovrei festeggiare e festeggio perché finalmente non c’è più la ministro Kienge.

Chi mi conosce sa che ho poche persone in antipatia, ma la Kienge le aveva attirate proprio tutte le mie antipatie.

Come faceva una presuntuosa come lei venuta qui come immigrata da un Paese che definirlo terzo mondo, in fatto di cultura e civiltà è essere gentili?

Come si permetteva di offenderci continuamente chiamandoci razzisti, quando nel suo Paese non esiste un solo deputato che non sia congolese? C’è forse un ministro italiano in Gongo? e in Katanga ove vive il padre capace solo di fare macumbe?

E la carriera che ha fatto non sta forse a dimostrare che l’Italia è un Paese accogliente e tollerante, nel vero senso della parola?

L’unica persona in Italia ad averle mancato di rispetto è stato il calciatore Balotelli che non è andato a riverirla in un’occasione pubblica, quando tutta la sua squadra le aveva riservato onori, ma la signora Kienge si guardò bene dal fare il solito casino contro il maleducato Balotelli, non si sognò di chiamarlo razzista… e come poteva visto che era nero come lei? Eppure se fosse stato chiunque altro italiano o non, ma bianco di colore, state pure tranquilli che avrebbe tuonato contro i razzisti nostrani.  E i giornali di regime quanta eco le avrebbero dato…. invece tutto sotto silenzio.

La mestizia invece è quella che deriva dal nuovo governo Renzi, non perché io non ami o non sopporti Renzi, forse è anche il meno peggio dei suoi coopartigiani, ma perché farlo e a che cosa serve un nuovo governo, se di fatto non sposta nulla che non sia muovere nuovamente dei capitali economici, infatti quanto ci costeranno le nuove nomine e le liquidazioni delle vecchie? Qualche centinaio di migliaia di euro per arrivare alla fine a milioni di euro, in quanto i ministri uscenti porteranno con se una serie di benefici, che terranno fino alla pensione, andando ad aumentare la spesa pubblica e poi ora tra incontri, sedute pubbliche e non, nuove investiture, traslochi e nuovi benefici ai neo eletti, scorte comprese, pensate quante chiacchiere a prezzo altissimo dovremo ancora sobbarcarci.

E quando Napolitano andrà finalmente alla malora? Ha benedetto solo e sempre disgrazie, dai golpe alle porcate contro gli italiani. Dalla sua prima elezione non ha combinato altro che guai. La vicenda dei marò è emblematica: ce li avevano mandati per le vacanze natalizie, era un chiaro segno diplomatico per risolvere la questione fuori dalle aule dei tribunali, così si potevano lavare la mani e chiudere una vertenza mantenendo buoni rapporti con noi, con l’ONU e con la Ue, semplicemente addossandoci la colpa, che non poteva che farci piacere, soprattutto ai due marò e alle loro famiglie.

L’allora ministro Terzi non voleva più rimandarli, ma Napolitano fece il diavolo a quattro e li rispedì in India, come se non sapesse che i tribunali e i politici indiani, non possono agire senza il consenso del popolo, altrimenti gli indiani non fanno come noi che scriviamo su facebook e abbaiamo alla luna, gli indiani piazzano le bombe sotto il culo dei politici e dei giudici, non permettendogli di liberarli, altrimenti li avrebbero aspettati per la strada e li avrebbero menati fino alla fine, come non ricordare gli attentati che anche in India sono di casa, perché di integralisti ce ne sono ben due tipi: gli indù e gli islamisti.

Siamo un popolo che ormai ha perso ogni tipo di credibilità e c’è ancora chi ripone la sua fiducia in queste 4 marionette che si scambiano i posti nel governo, come se ciascuno dei ministri eletti o quelli che verranno eletti al posto dei precedenti siano dei geni come Leonardo da Vinci e sappiano fare tutto.  E ancora hanno il coraggio di sostenere che siamo in democrazia. 

Una cosa è certa in vent’anni hanno fatto regredire la 5° potenza mondiale a livello del terzo mondo, in questo sono più geniali di Leonardo da Vinci.

Adriana Bolchini – Lisistrata

Share This Post

DiggGoogleTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS

 

2 Responses to EVVIVA!!! brindo ma con mestizia

  1. brava Adriana, purtroppo siamo alla frutta(avariata) governi e parlamenti inutili, costosi ed anti italiani in quanto viene deciso tutto a bruxelles, tanto vale avere solo i sindaci a mandare avanti questa baracca malridotta…non sono d’accordo sulla kongolese, anzi era meglio se questi governicchi sinistri ne avessero nominati altri di stranieri come lei tanto per far inca$$are di più gli italiani e farli finalmente reagire, purtroppo i sinistri con il compagno generale Nap in testa si sono accorti che stavano perdendo consensi invece di guadagnarne ed in silenzio la katanghista è stata eliminata e difficilmente faranno di nuovo questo errore…non ci resta che sperare che insorgano gli europei di buon senso in primis Marine Le Pen in attesa della nostra Marina

    kinvuli
    25/02/2014 at 11:59
    Rispondi

    • ciao Sergio, mi spiace ma proprio non riuscivo a sopportarla era come un forunculo sul buco del culo: doloroso e antiestetico.
      Sai che il mio secondo nome è Marina? Ciao

      Lisistrata
      03/03/2014 at 17:11
      Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>